Contenuto principale

PON - Fondi Strutturali Europei -Tutta la documentazione


Viaggio di istruzione a Monte Livata dal 6 al 10 marzo

Il gruppo sportivo dell’Istituto Comprensivo Piazza Borgoncini Duca ha radunato attorno a sé ben 71 ragazzi appassionati della neve e dei monti imbiancati riempendo di gioia, felicità e grida le elusive piste di Campo dell’Osso che dominano la cittadina di Subiaco.

Accompagnati da 5 provetti sciatori tra maestri e professori (maestri Carlo e Beatrice e professori Paolo, Annamaria, Gabriella) e dalla simpatica maestra Concetta, coordinatrice di campo, i ragazzi delle primaria e delle secondarie hanno avuto modo di sperimentare un’esperienza che sta crescendo di interesse e adesioni nel corso degli anni.
Alcuni già provetti sciatori, alcuni principianti, ed altri forse al primo contatto con la neve, hanno vivacizzato questa piccola stazione sciistica con una chiassosa ma ordinata presenza fatta di lezioni sulle piste, battaglie di palle di neve, musica balli e giochi di gruppo rendendo questa settimana un’esperienza indimenticabile per i fortunati 71 partecipanti.
La dea bendata è stata anche dalla loro parte perché nel corso della prima notte una abbondante nevicata ha reso affascinante ed invernale l’ambiente circostante l’albergo e ha consentito un migliore innevamento sulle piste che sono apparse perfette nelle 4 giornate di sci. Su queste si sono alternati i vari gruppi selezionati da 7 ottimi maestri di sci che con sapiente pazienza hanno selezionato i ragazzi rendendo questa esperienza formativa e di crescita sia sotto l’aspetto tecnico, sia sotto l’aspetto umano. Tutti alla fine, anche i più principianti, hanno saputo percorrere in autonomia una pista partecipando anche ad una garetta di fine corso. Ma soprattutto hanno imparato a cavarsela da soli nelle piccole difficolta che un ambiente montano impone e hanno capito che ogni progresso va misurato su sé stessi ed è questa la vera soddisfazione dell’apprendere. Folto anche il gruppo degli snowboarders che ha fatto scattare la molla anche ai provetti sciatori insegnanti che sono tornati sui “banchi di scuola” con molta umiltà e molto sedere bagnato!!!
Vivace la presenza anche nell’albergo Italia che ci ha ospitato con un cibo abbondante e definito ottimo sia dai ragazzi sia dai professori. Notti sufficientemente tranquille e dormienti anche in relazione alla stanchezza e alla ricchezza delle giornate dove la maestra Beatrice sapeva riempire vuoti e pause con inestricabili giochi di gruppo e animazioni. Simpatiche ed utili le riprese filmate dei maestri di sci, ospitiIMG 20170314 WA0006 una sera a cena, che hanno corretto errori e fatto rivivere immagini divertenti. Per ben due sere poi, un giovanissimo disc jockey ha portato vivacità ed allegria scatenando i ragazzi in balli anche se molti inaspettatamente hanno preferito immagini di calcio di varie interminabili coppe che agiscono purtroppo in maniera magnetica anche in un clima così distante dalle abitudini quotidiane.
Un bilancio nettamente positivo, un modo per scoprirsi amici in maniera nuova con una presenza non totalizzante della propria classe, ma diffusa, con ragazzi dai 10 ai 13 anni di tante classi diverse che hanno cominciato a frequentarsi sui campi di sci e con una scuola che sa anche rivolgersi allo sport non in maniera selettiva e agonistica ma formativa per fare gruppo e amicizia anche fra età diverse.
Perfetta l’organizzazione, senza una sbavatura , tra trasporti, albergo e lezioni grazie al profondo radicamento del Prof. Tozzi nella zona che, giocando in casa, ha coordinato gli eventi e la logistica.
Carlo Coronati