Ukulele, che passione!

Assomiglia a una piccola chitarra con sole quattro corde. Suscita un immediata simpatia e curiosità che si trasforma ben presto in una voglia irrefrenabile di imparare a suonarlo. L’ukulele ha origini europee. Si tratta, infatti di uno strumento di origine portoghese che, inizialmente si chiamava cavaquinho. Alcuni liutai emigrarono dall’isola di Madeira  ad Honolulu e modificarono l’originale progetto rendendne più facile la costruzione e la tecnica di esecuzione. Lo strumento si diffuse anche perché il re Kalakaua, sovrano di Honolulu, lo rese popolarissimo. Il termine Ukulele significa letteralmente, pulce che salta, in riferimento alla tecnica della mano destra che si muove, appunto, saltellando su e giù per eseguire l’accompagnamento ritmico alle canzoni. Lo strumento è particolarmente adatto ad una attività didattica e, da qualche anno è stato adottato in alcune classi che hanno fatto da apripista per la sua diffusione nella nostra scuola. La sua particolare propensione all’esecuzione degli accompagnamenti delle canzoni lo sta rendendo molto diffuso in tutta Europa.

come imbracciare l'ukulele

Prendi l’ukulele con la mano destra e appoggia la sua parte posteriore un poco la di sotto del tuo petto. Appoggia il tuo braccio destro sull’ukulele. Se suoni seduto, appoggia lo strumento sulle gambe, inclinandolo leggerment

Posiziona la tua mano sinistra in modo da poter premere i tasti con la punta dei polpastrelli, non dimenticare che il pollice deve stare dalla parte opposta della tastiera.

Ecco una prima serie di accordi che possono essere imparati in breve tempo ed essere usati per accompagnare molte canzoni famose. Buona musica!!!!

C= do maggiore,  Am= la minore,  F= Fa maggiore,  G7= sol settima

Contattaci

Non siamo in giro in questo momento. Ma puoi inviarci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca